CLÉMENTINE BAL - "Forme" - CASATI Arte Contemporanea
5481
post-template-default,single,single-post,postid-5481,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-9.1.2,qode-theme-ver-18.2.1,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.3,vc_responsive

CLÉMENTINE BAL – “Forme”

CLÉMENTINE BAL – “Forme”

dal 30 maggio al 15 giugno 2019
CASATI Arte Contemporanea
TORINO | DOCKS DORA |Via Valprato, 68
Inaugurazione: 30 maggio 2019, ore 18.30

 

Mostra a cura di: Francesca Bogliolo e Luca Manganiello
Testo critico: Francesca Bogliolo

 

 

All’interno del vecchio complesso di magazzini generali Docks Torino Dora (detto Docks Dora), nato tra il 1912 ed il 1914 e posto nel quartiere della “Barriera Milano”, alla periferia nord Torino, CASATI Arte Contemporanea inaugura l’apertura della sua nuova sede secondaria, già ospitante a partire dall’epoca post industriale di gallerie d’arte contemporanea, circoli privati, studi di artisti e musicisti, sale di prova e di registrazione, studi di architettura, locali notturni, birrerie ed altro ancora. 

In occasione dell’inaugurazione CASATI Arte è lieta di presentare la Mostra intitolata “Forme” dedicata all’artista francese Clémentine Bal (Parigi 1979). Nelle sue opere prevale l’esperienza dell’incanto e dell’immaginazione, l’energia si fa profili e materia, la realtà incontra l’onirico. L’artista regala alla sua arte una dimensione estetica definita e definitiva, caratterizzata da un profondo equilibrio che sembra fare eco alle parole di Mirò: “se anche una sola forma è fuori posto, la circolazione si interrompe, l’equilibrio è spezzato”. Esseri ibridi colti in un attimo di trasformazione, i personaggi di Clémentine Bal travalicano con la loro essenza il limite esistente tra sogno e reale, dando origine a una personale e fiabesca mitologia. La narrazione è garantita da un silenzio che, pervaso di magia, permette alla metamorfosi di avvenire senza sosta. 

 

PARLANO DI NOI

 

TorinOggi

exibart

Artribune